SMART-BIM: Gestire in modo intelligente gli edifici per migliorare l’impatto ambientale e sociale 

PoPlab nel 2016 è risultato vincitore del Bando della Regione Veneto ​POR – parte FESR 2014-2020

Azione 1 – Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione. DGR 827 del 31/05/2016.

​Azione 1.4.1/B – Sostegno alla creazione e al consolidamento di start-up innovative ad alta intensità applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca

Sub Azione B – Consolidamento start-up

Il progetto intende strutturare un ramo di impresa specifico che si occupi di formazione e progettazione di edifici ad impatto zero​ dal punto di vista ambientale e sociale con software di modellazione parametrica su base BIM​ (Building I​nformation M​odeling).

Grazie a tale finanziamento durante l’anno 2017 PoPlab avrà l’opportunità di studiare la connessione tra la propria metodologia (PED – Progettazione Parametrica Ambientale©) e l’approccio BIM, con l’integrazione di software per la simulazione energetica e gli indicatori di analisi per l’impatto sociale (SROI).

Obiettivo è ampliare e al contempo innovare l’offerta stessa della società verso i propri clienti. Questa proposta di innovazione dell’approccio adottato intende intercettare e soddisfare esigenze specifiche del mercato (Nuovo Codice degli Appalti). La specializzazione intelligente all’interno della quale verranno implementate le azioni previste dal progetto presentato è quella del Sustainable Living declinata attraverso uno specifico intervento di innovazione di processo per la progettazione e gestione di interventi complessi nel settore tradizionale dell’edilizia (BIM).

Come in ogni progetto, PoPlab andrà ad integrare la parte digitale con la realizzazione fisica di prototipi e modelli di studio realizzati con le macchine a controllo numerico e le stampanti 3D presenti in laboratorio, al fine di dare concretezza al lavoro ed indagare gli aspetti costruttivi e realizzativi del manufatto architettonico.