Un’occasione pratica per capire in modo operativo utilizzo di BIM e software correlati per il controllo completo dell’intero processo progettuale.

Categoria Workout > workshop di approfondimento
Durata > 4 ore
Quando > giovedì 01 febbraio 2018
Orari > 14.30 / 18.30
Sede > PoPlab – Viale Porta Adige 45 – Rovigo

Il BIM nasce con l’idea di creare una stretta collaborazione tra i progettisti, l’interoperabilità dei software, l’integrazione tra i processi costruttivi e la sostenibilità. Il risultato non è più solo un semplice modello tridimensionale, ma un modello “informato” che contiene molteplici informazioni riguardanti non solo la geometria ma materiali, aspetto, caratteristiche tecniche che non vengono perse nella comunicazione ad altri studi ed altre piattaforme informatiche. Il BIM si può quindi definire come metodo di progettazione collaborativo in quanto consente di integrare in un unico modello le informazioni utili in ogni fase della progettazione: quella architettonica, strutturale, impiantistica, energetica e gestionale. Inoltre, grazie alla piattaforma web Flux, oggi è possibile passare da software parametrici utilizzati in fase di concept come Grasshopper e Dynamo, alla progettazione definitiva in BIM per un processo di lavoro coerente ed ottimizzato, risparmiando tempo e risorse senza perdita di informazioni.

In quest’ottica il workshop propone una introduzione alla Progettazione Parametrica Ambientale ed è incentrato sulla tecnologia BIM – Autodesk Revit – e sulle possibilità di interoperabilità con altri software utilizzati nel processo di progettazione come Grasshopper e Dynamo. Durante l’incontro si mostrerà in modo concreto, con esempi pratici reali, quali siano i vantaggi di gestire l’intero ciclo di progettazione, verifica, costruzione e gestione di un edificio con questo processo di lavoro.

Il vantaggio dell’integrazione del sistema di modellazione informata BIM nel proprio processo di lavoro è principalmente quello di avere un controllo globale e continuo sia geometrico che quantitativo del progetto, con la possibilità di aggiornamenti in tempo reale senza perdita di dati, per un risparmio di tempo e risorse preziose del team di progettazione e del team di cantiere. Si ottengono quindi maggiore efficienza e produttività, meno errori, meno tempi morti, meno costi, maggiore interoperabilità, massima condivisione delle informazioni, un controllo più puntuale e coerente del progetto.

L’ingresso del BIM nel nuovo Codice Appalti ne fa uno strumento indispensabile per gli studi di architettura e ingegneria del nostro paese.

Durante il corso sarà presente uno dei più esperti BIM manager italiani, con esperienza pluriennale nella gestione di progetti con l’utilizzo di questo strumento. Proprio grazie a tale esperienza il docente potrà mostrare casi concreti di applicazione, rispondere a domande dei partecipanti, mostrare in che modo inserire nella propria azienda lo strumento senza interferire con le attività in atto.

Programma del workshop

• 14.00 – registrazione dei partecipanti
• 14.30 – saluti e presentazione del laboratorio
Valentina Temporin – PoPlab
• 14.45 – Progettazione Parametrica Ambientale e BIM: un processo di lavoro
Enrico Di Munno – PoPlab
• 15.30 – BIM: fase progettuale, gestione del team, BIM management, casi studio
Giacomo Bergonzoni – BIM Manager & Trainer at Open Project
• 17.30 – interoperabilità tra BIM e software di progettazione parametrica
Walter Pettinato – PoPlab
• 18.00 – analisi di casi studio: brainstorming e domande ai docenti
• 18.30 – aperitivo

/// Il workshop è gratuito ma è obbligatoria l’iscrizione. Per iscriverti manda una mail a workout@poplab.cc oppure scarica il tuo biglietto su Eventbrite ///