30 gennaio 2018 - NEWS

Poplab vince il Bando POR Ricerca

IL PROGETTO WADI OTTIENE IL SOSTEGNO DELLA REGIONE VENETO PER IL 2018

Bando per il sostegno a progetti di ricerca che prevedono l’impiego di ricercatori
Asse 1 “ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione”
Obiettivo specifico “incremento dell’attività di innovazione delle imprese”
Azione 1.1.1 “sostegno a progetti di ricerca alle imprese che prevedono l’impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico-scientifici) presso le imprese stesse”.

Poplab ottiene un finanziamento regioale per il progetto “WADI_Wide Array’s Devices Infrastructure”, un’infrastruttura di dispositivi ad ampia matrice per contesti ambientali fragili o in condizioni di criticità, sottoposti a pressioni o trasformazioni improvvise, derivanti dalle interazioni tra l’uomo e le risorse ambientali.

Il Wadi è un sistema di infrastrutturazione leggero per l’insediamento temporaneo, rapido e sicuro, di persone e tecnologie, che sposa l’obiettivo dell’Agenda Globale 2030 “Land Degradation Neutral World”, quale elemento essenziale per preservare le funzioni dei servizi ecosistemici, e persegue le direttive della Comunità Europea sulle azioni di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e ai relativi impatti sull’uomo.

Il Wadi riconosce l’importanza e la necessità di un modello alternativo a quello attuale di trasformazione del suolo e si propone come strumento operativo a potenziamento della formulazione di strategie di gestione sostenibile del patrimonio paesistico-ambientale.
Si configura come un suolo alternativo a quello naturale, un pontile di servizio sia alla terraferma che alle zone umide, con un aspetto fisico e un’anima virtuale.
Come piattaforma fisica, è un suolo modulare mobile che si appoggia a quello naturale, risorsa fondamentale alla vita e non rinnovabile, ma da esso si distanzia, evitando di contribuire negativamente al processo di trasformazione del territorio, e adattando la sua configurazione al contesto specifico.
Come piattaforma virtuale, funzionante sia stand alone che in rete diffusa per il trasferimento in modalità ICT e IoT di dati e informazioni, è progettato per l’infrastrutturazione dei contesti naturali, come supporto alla gestione e al monitoraggio di specie e habitat, così come di quelli urbani, ad integrazione delle strategie di adattamento locale e come strumento di valutazione delle condizioni di sostenibilità del territorio per la prevenzione e la gestione del rischio urbano.
Gli ambiti di applicazione del Wadi muovono da quello della protezione ambientale, a quello degli eventi calamitosi, al turismo per uno sviluppo sostenibile, con installazioni previste nei comprensori marini, lacustri e montuosi della regione Veneto.

I ricercatori di Poplab, dopo una fase di progettazione e “prototipazione”, procederanno alla elaborazione e costruzione del prototipo Wadi, che verrà presentato a Dicembre 2018.